In questo sito possono essere usati cookie per garantire una ottimale fruizione dei suoi servizi.

Foto  

   

Login Riservato  

   

SETTORE e Area di intervento:
Assistenza
Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente invalidanti e/o in fase
terminale
OBIETTIVI DEL PROGETTO:
Facilitare il percorso di cura degli utenti che si recano presso l'Unità Operativa Complessa di
Oncologia dell'Ospedale Belcolle di Viterbo.
Obiettivi specifici:
• Aumentare di almeno il 5% il volume di utenza raggiunta dai servizi dell'AMAN
nell'anno 2013 (dagli attuali 1640 a circa 1720)
• Realizzare, nel corso dell'anno di durata del progetto, almeno 5 iniziative di
informazione, sensibilizzazione rispetto ai 3 del 2013.
ATTIVITA' D'IMPEGNO DEI VOLONTARI
Affiancamento degli operatori presso gli Sportelli per le seguenti attività:
• offrendo sostegno e ascolto all'utente sia telefonicamente che di persona;
• fornendo informazioni e orientamento sui servizi che possono rispondere al bisogno
dell'utente;
• raccogliendo informazioni sui servizi presenti sul territorio anche attraverso contatti
diretti con le strutture;
• inserendo i dati nella banca dati o nei supporti dedicati;
• raccogliendo e schedando le richieste e verificando con volontari esperti e con operatori i
servizi associativi da attivare;
• partecipando all'elaborazione dei piani di intervento;
• interventi di assistenza domiciliare sociale;
• ascolto telefonico in Telefono Amico;
• organizzazione e, lì dove possibile, partecipazione ai gruppi di sostegno psicologico, in
affiancamento alle psicologhe;
• interventi di assistenza ospedaliera;
• ricercando informazioni e dati per l'aggiornamento della banca dati della rete;
• redazione report periodico di attività;
• partecipazione alle riunioni di gruppo;
• partecipazione alle riunioni di avvio progetto;
• supporto nella realizzazione del materiale promozionale;
• partecipazione agli incontri di promozione sul territorio;
• affiancamento agli operatori qualificati nel lavoro di mappatura degli utenti e nei contatti
con le famiglie e con gli altri operatori presenti sul territorio.
CRITERI DI SELEZIONE
Criteri autonomi di selezione da Mod. S/REC/SEL – Sistema di reclutamento e Selezione
accreditato dalla Regione Lazio – Ufficio Servizio Civile, di seguito illustrato.
Per ogni sede di progetto sarà redatta la graduatoria dei canditati in base a:
• Punteggio curriculare determinato con riferimento al Decreto dell'UNSC – Ufficio
Nazionale per il Servizio Civile dell'11 giugno 2009, sulla base degli elementi forniti dal
candidato in sede di presentazione della domanda (all. 3) e nella Scheda dati personali
SPES (compilata in occasione dell'appuntamento relativo selettivo, prima del colloquio),
per un massimo di 50 punti
e
• Punteggio rilevato in seguito al colloquio di selezione e riportato dal selezionatore SPES
nella scheda di valutazione per un massimo di 60 punti ripartiti, con giudizio numerico da
1 a 10, per ciascun dei seguenti fattori:
Idoneità del candidato a svolgere le mansioni previste dalle attività del progetto
Condivisione da parte del candidato degli obiettivi perseguiti dal progetto
Motivazioni generali del candidato per la prestazione del servizio civile volontario
Interesse del candidato per l'acquisizione di particolari abilità e professionalità previste
Disponibilità del candidato nei confronti di condizioni richieste per l'espletamento del servizio
Particolari doti e abilità umane possedute dal candidato e altri elementi di valutazione.
(è considerato idoneo il candidato che abbia ottenuto nella scheda di valutazione un
punteggio uguale o superiore a 36/60).
La selezione è occasione di conoscenza reciproca tra i giovani, l'ente accreditato e le
associazioni e riflessione sulle peculiarità del servizio civile e del progetto specifico.
CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI
Monte ore annuo: 1400
Giorni di servizio alla settimana: 5
Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:
• Rispetto della privacy
• Flessibilità di orario
• Disponibilità al servizio nei giorni festivi
• Disponibilità a missioni, trasferte e trasferimenti per un periodo non superiore ai 30
giorni
• Partecipazione a manifestazioni ed eventi
Eventuali requisiti richiesti ai canditati per la partecipazione al progetto oltre quelli
richiesti dalla legge 6 marzo 2001, n. 64:
Seppure non vincolanti per la partecipazione al progetto costituiscono elementi preferenziali
per un più consapevole e proficuo coinvolgimento nelle attività:
• Aver conseguito diploma di scuola media superiore
• La conoscenza di base del computer e dei principali software
• Possesso della patente B e disponibilità alla guida di un mezzo associativo
• Studi (in atto o terminati) di carattere sociale, psicologico, medico o comunque attinenti
con le attività della specifica associazione per cui si fa domanda
• Corsi di formazione in ambiti attinenti alle attività svolte dall'associazione specifica per
cui si fa domanda
• Attività di volontariato svolte nel settore specifico in cui opera l'associazione e/o con la
stessa tipologia di utenza
• Precedenti esperienze lavorative attinenti ai contenuti del presente progetto (sostegno
psico-sociale, relazione di aiuto, conoscenza della malattia oncologica, conoscenza dei
servizi socio sanitari);
• Predisposizione e sensibilità personale verso le problematiche della malattia oncologica e
verso l'impegno in relazioni di aiuto.
• Buone doti comunicative ed in particolare capacità di trasmettere chiare e corrette
informazioni e capacità di coinvolgimento degli altri.
SEDI DI SVOLGIMENTO e POSTI DISPONIBILI:
Numeri di volontari da impiegare nel progetto: 2, senza vitto e alloggio
Sede del servizio:
A.M.A.N.- Associazione per il Miglioramento dell'Assistenza ai Malati Neoplastici
Via F. Cristofori, 5 Viterbo
Telefono sede: 0761 308066
Referente: Marco Piacentini
CARATTERISTICHE CONOSCENZE ACQUISIBILI:
Eventuali crediti formativi riconosciuti
Università degli Studi Roma Tre – Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Laurea
Formazione e Sviluppo delle Risorse umane, riconosce all'attestato del Servizio Civile:
• 1 esame da 5 CFU per l'ordinamento 270;
• 1 esame da 6 CFU per il nuovo ordinamento 270;
• 2 esami da 4 CFU per l'ordinamento 509
Eventuali tirocini riconosciuti
Università degli Studi Roma Tre – Facoltà di Scienze della Formazione, Corso di Laurea
Formazione e Sviluppo delle Risorse umane, riconosce all'attestato del Servizio Civile:
• Tutto il tirocinio esterno per l'ordinamento 270;
• Tutto il tirocinio esterno per il nuovo ordinamento 270;
• Tutto il tirocinio esterno per l'ordinamento 509
Competenze e professionalità acquisibili dai volontari durante l'espletamento del
servizio:
• Competenze relazionali di base nel contatto telefonico con gli utenti e altri interlocutori
delle associazioni; nel contatto faccia a faccia con utenti, familiari, personale di strutture
sanitarie e sociali
• Competenze relazionali e di sostegno nelle relazioni di aiuto
• Competenze relazionali quali la collaborazione con figure di pari grado e con figure
professionali nella progettazione e realizzazione dei diversi servizi; la capacità di lavorare
in gruppo; la capacità di curare e accrescere i contatti con molteplici nodi di una rete.
• Competenze nel disbrigo di pratiche burocratiche quali domande di sussidio, pensione,
esenzione etc.
• Conoscenze in ambito sociale e sanitario specifiche del settore dell'oncologia.
Prevenzione, diagnosi, terapie, cure palliative, assistenza psicologica nelle diverse fasi
della malattia.
SPES Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio riconosce e certifica le competenze
utili alla crescita professionale dei volontari impegnati nel presente progetto di servizio
civile, utili ai fini del curriculum vitae, rilasciando agli stessi un attestato alla fine del periodo
di servizio.
FORMAZIONE SPECIFICA DEI VOLONTARI
Argomenti:
1° Modulo - Il contesto operativo
2° Modulo – Conoscenze di base sull'oncologia
3° Modulo informatico (teoria e pratica)
4° Modulo: La comunicazione attraverso il web
5° Modulo - Primo Soccorso e BLS
6° Modulo Formazione e informazione sui rischi connessi all'impiego dei volontari nei
progetti di servizio civile
La formazione specifica ha una durata di 73 ore
La formazione sarà erogata per il 70% delle ore entro e non oltre 90 giorni dall'avvio del
progetto, per il 30% delle ore entro e non oltre 270 giorni dall'avvio
I volontari in servizio civile avranno garantito e seguiranno anche il percorso di formazione
generale, che accomuna tutti i progetti di servizio civile e che avrà una durata di 44 ore, con
i seguenti moduli:
L'identità del gruppo in formazione e patto formativo
Dall'obiezione di coscienza al SCN
Il dovere di difesa della Patria - difesa civile non armata e nonviolenta
La normativa vigente e la Carta di impegno etico
La formazione civica
Le forme di cittadinanza
La protezione civile
La rappresentanza dei volontari nel servizio civile
Presentazione dell'ente
Il lavoro per progetti
L'organizzazione del servizio civile e le sue figure
Disciplina dei rapporti tra enti e volontari del servizio civile nazionale
Comunicazione interpersonale e gestione dei conflitti